AccessibilitàAccessibilitàAccessibilità MappaMappa del sitoContattiContattiProgetto SeOLProgetto SISC

Tutti gli elementi

Radice del Portale

07/02/2020

incarico avvocato

Procedura idoneativa per l’assunzione tempo determinato e parziale a 18 ore settimanali, ai sensi dell'articolo 110 del decreto legislativo 267/2000, di un Avvocato (categoria di accesso D) Responsabile dell’Ufficio Legale del Comune di Belpasso.

IL RESPONSABILE DEL SETTORE RISORSE UMANE

Visto il decreto legislativo 267/2000.
Visto il decreto legislativo 165/2001.
Visto lo Statuto Comunale.
Visto il Regolamento comunale sull'Ordinamento degli Uffici e dei Servizi.
Vista la deliberazione della Giunta Comunale numero 215 del2019 con la quale è stata approvata la modifica alla programmazione del fabbisogno 2019-2021;
Richiamate le delibere di G.M. n. 103 – 150 e 218 di modifica della macrostruttura dell’Ente;
Vista la determinazione del Responsabile del Settore ________________ numero _________ del ______________ con la quale è stato approvato il presente avviso;

RENDE NOTO

Che il Comune di Belpasso intende procedere al conferimento ai sensi dell'art. 110, comma 1 del D. Lgs n° 267/2000, del posto di resp.le ufficio legale – avvocato di cat. D1, a 18 ore settimanali, per la durata di anni tre, prorogabili fino alla fine del mandato del Sindaco.
L’incarico di cui al presente avviso ha carattere fiduciario ed all’esito della procedura per la individuazione del soggetto idoneo per il conferimento dell’incarico non verrà formata alcuna graduatoria di merito e/o comparativa.
Resta impregiudicata la facoltà dell'Amministrazione comunale di revocare l'avviso, di modificarne il contenuto , annullare, sospendere o rinviare lo svolgimento delle attività previste dalla procedura pubblica, in ragione di esigenze attualmente non valutabili nè prevedibili, ovvero in applicazione di sopravvenute disposizioni normative e/o pronunce della magistratura contabile di riduzione della spesa pubblica, ovvero in ragione del rispetto della normativa sul bilancio.
In applicazione dell'art. 57 del D.Lgs n. 165/2001 è garantita la pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ai sensi della Legge n. 125/91.
REQUISITI PER L'AMMISSIONE.
Per l'ammissione alla procedura selettiva è richiesto a pena di esclusione il possesso dei seguenti requisiti:
a)cittadinanza italiana oppure la cittadinanza di uno degli Stati membri dell'Unione europea, ai sensi dell'articolo 38 del decreto legislativo 165/2001 e del D.P.C.M. del 7 febbraio 1994 numero 174 e negli altri casi previsti dalla normativa vigente;
b) godimento dei diritti di elettorato attivo;
c)idoneità fisica all'impiego (il Comune si riserva la facoltà di sottoporre a visita medica di
controllo il vincitore della selezione);
d) avere un'età non inferiore a diciotto anni e non superiore al limite massimo previsto per il collocamento a riposo per raggiunti limiti di età.
e)diploma di laurea vecchio ordinamento, magistrale o specialistica in giurisprudenza; (Per i titoli conseguiti all'estero sarà necessario produrre apposito provvedimento di riconoscimento e/o di equipollenza degli stessi con quelli italiani richiesti ai fini dell'ammissione, rilasciati da parte delle autorità competenti, entro i termini di scadenza del avviso);
f) non aver riportato condanne penali e non procedimenti penali in corso connessi a reati che possono impedire l'instaurarsi e/o il mantenimento del rapporto di impiego con la P.A. , salva l'avvenuta riabilitazione e di non avere in corso procedimenti penali per reati di cui al libro II titolo II del codice penale “Delitti c/ la P.A.”;
g) abilitazione professionale all'esercizio della professione di Avvocato ed iscrizione all'Albo professionale dell’Ordine degli Avvocati;
h)non aver riportato provvedimenti di destituzione o dispensa dall'impiego, ovvero non essere stati licenziati da una Pubblica Amministrazione per persistente, insufficiente rendimento ovvero a seguito dell'accertamento che l'impiego venne conseguito mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;
i)posizione regolare nei confronti dell'obbligo di leva per i candidati di sesso maschile nati entro il 31 dicembre 1985 ai sensi dell'articolo 1 della legge 226/2004.
l) non trovarsi in nessuna delle ipotesi di inconferibilità ed incompatibilità dell'incarico ai sensi del D. Lgs. n. 39/2013.
m) avere conoscenza delle apparecchiature ed applicazioni informatiche piu' diffuse.
n) non essere titolare di un rapporto di lavoro con una P.A. con un contratto superiore al 50 % del tempo pieno.
o) di non aver svolto nei due anni precedenti l'incarico di presidente, amministratore delegato o dirigente ne di aver svolto stabile attività di consulenza in enti di diritto privato regolari o finanziati dal Comune di Belpasso.
Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito per la presentazione delle domande di ammissione alla selezione fissata nel presente Avviso.
TERMINI E MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA.
Il termine perentorio per la presentazione delle domande è fissato alle ore 12.00 del 24 febbraio 2020. Le domande pervenute oltre il termine indicato saranno escluse.
La domanda di ammissione alla selezione dovrà pervenire, a pena di esclusione, al protocollo del Comune di Belpasso (CT) con le seguenti modalità:
a)direttamente al protocollo generale del Comune di Belpasso in Piazza Municipio numero 9, dal lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 12:00, in busta chiusa indirizzata al Sindaco e recante l'indicazione "Selezione per il conferimento dell’incarico di Responsabile Ufficio Legale";
b)mediante raccomandata A/R indirizzata al Sindaco e spedita presso il Palazzo Municipale in Piazza Municipio numero 9, in busta chiusa recante l'indicazione; Selezione per il conferimento dell’incarico di Responsabile Ufficio Legale" (in tal caso la domanda di partecipazione dovrà pervenire all’ente entro il termine del 24.2.2020 e non farà fede la data riportata nel timbro di spedizione). L’Amministrazione Comunale non assume nessuna responsabilità per la dispersione di
comunicazioni dipendente da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
c) a mezzo pec protocollo@pec.comune.belpasso.ct.it.
La domanda di ammissione alla selezione deve essere redatta in carta semplice ed in lingua italiana, esclusivamente secondo lo schema riportato nell'allegato al presente avviso di selezione.
Le domande pervenute oltre ai termini non saranno prese in considerazione.
DOCUMENTI DA ALLEGARE ALLA DOMANDA.
Alla domanda di partecipazione alla selezione, il candidato dovrà allegare il proprio curriculum vitae, redatto in carta semplice ed in lingua italiana, esclusivamente secondo il modello europeo datato e firmato dal candidato, debitamente sottoscritto, che dovrà contenere l’esplicita ed articolata enunciazione delle attività svolte panche presso pubbliche amministrazioni, delle funzioni svolte, , dell’esperienza professionale e dei titoli acquisiti, corredato se ritenuto utile od opportuno dalla relativa documentazione probatoria o di supporto.
I candidati dovranno autocertificare, sotto la propria responsabilità, nella domanda di partecipazione alla selezione, debitamente sottoscritta, il possesso dei requisiti d’ammissibilità prescritti.
I candidati dovranno sottoscrivere per esteso la domanda ed ogni foglio del curriculum vitae ad essa allegato.
La firma non dovrà essere autenticata.
Alla domanda dovrà essere allegato:
- il documento di riconoscimento in corso di validità
-copia polizza assicurativa professionale posseduta;
- copia del versamento di €. 10,00 sul c/c postale intestato al Comune di Belpasso n 15887953;
- eventuale certificazione stato di hanticap.

AMMISSIBILITÀ DELLE DOMANDE.

Alla valutazione sull’ammissibilità delle domande, rispetto ai requisiti richiesti nel presente Avviso, provvederà il Segretario Generale eventualmente collaborato da dipendenti di sua scelta, qualora il numero di istanze pervenute entro il termine sia particolarmente cospicuo.
CONFERIMENTO DELL'INCARICO
Esaminati i curricula, in esecuzione dei poteri conferitigli dalla legge, dallo Statuto comunale e dal Regolamento comunale sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi, il Sindaco, solo nel caso in cui individuerà una professionalità adeguata a ricoprire il ruolo di Responsabile dell’Ufficio Legale, provvederà alla nomina ed al conferimento dell’incarico con proprio decreto.
La nomina avrà carattere fiduciario e la scelta sarà basata sull’intuitu personae, con ampia discrezionalità del Sindaco di scegliere il candidato in possesso dei requisiti richiesti che riterrà più idoneo ad espletare l’incarico, ovvero di non procedere ad alcuna individuazione senza obbligo di specifica motivazione nei confronti degli interessati.
L’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di richiedere informazioni e chiarimenti sui curricula presentati e di procedere anche a colloqui conoscitivo-motivazionali con i candidati, volti a valutare l’esperienza e le qualità professionali possedute per il posto da ricoprire, la capacità
relazionale e di gestione del personale, la capacità di comprensione e nella risoluzione dei problemi e l’orientamento al risultato.
In particolare, l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di valutare e verificare attraverso un colloquio l’attitudine del candidato ad organizzare, gestire e dirigere l’Ufficio Legale di cui dovrà essere Responsabile.
Resta inteso che la procedura di cui al presente avviso viene svolta esclusivamente con finalità conoscitive e non assume caratteristiche concorsuali e che, pertanto, non si procederà all’attribuzione di punteggi specifici né alla formazione di una graduatoria.
La presente selezione non determina alcun diritto al posto né deve concludersi necessariamente con il conferimento dell’incarico a taluno dei soggetti partecipanti, rientrando nella piena discrezionalità dell’Amministrazione Comunale valutare la sussistenza di elementi che non soddisfino le esigenze della professionalità richiesta.
Nella scelta si terrà conto prioritariamente dei seguenti criteri:
a)le specifiche competenze professionali maturate dal candidato ritenute significative con riguardo alle specifiche competenze afferenti al posto da ricoprire ed alle funzioni da svolgere;
b)le esperienze lavorative e/o professionali presso Pubbliche Amministrazioni, confacenti alle specifiche competenze del posto da ricoprire e delle funzioni da svolgere;
c)gli incarichi ricoperti ed il connesso carico di responsabilità assunto presso Pubbliche Amministrazioni in posizione analoga a quella oggetto del posto da ricoprire e delle funzioni da svolgere;
d)l’età anagrafica e gli anni d’iscrizione all’Ordine degli Avvocati di appartenenza;
e)le professionalità e le competenze acquisite presso Pubbliche Amministrazioni analoghe e/o simili e/o attinenti a quella oggetto del posto da ricoprire e delle funzioni da svolgere.
Gli effetti del decreto di nomina restano subordinati, in ogni caso, alla firma del contratto individuale di lavoro.
DURATA E CESSAZIONE DEL RAPPORTO.
Il rapporto di lavoro avrà la durata di anni 3 (tre) decorrenti dalla stipula del contratto individuale di lavoro, prorogabile comunque per una durata non superiore al mandato elettivo del Sindaco in carica, fatta salva la decadenza in caso di non espressa conferma. La proroga della durata del rapporto deve essere preceduta dalla verifica di compatibilità con la programmazione del piano triennale del fabbisogno di personale e dei vincoli di bilancio.
Il rapporto di lavoro è risolto di diritto nel caso in cui il Comune di Belpasso dichiari il dissesto finanziario o venga a trovarsi in situazioni strutturalmente deficitarie, ovvero nel caso di scioglimento anticipato del Consiglio Comunale, senza che l’incaricato possa pretendere alcun tipo di risarcimento.
In caso di dimissioni volontarie, l’incaricato dovrà dare preavviso scritto all’Amministrazione Comunale di sei mesi.
DOCUMENTI PER L'ASSUNZIONE.
Conclusa la selezione il Comune di Belpasso procederà alla verifica delle dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione solo nei confronti del candidato prescelto.
Ai sensi del decreto legislativo 626/1994, il candidato prescelto potrà essere sottoposto a visita medica di idoneità al servizio.
L'assunzione in servizio sarà, inoltre, subordinata alla presentazione al Comune di Belpasso della dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà - ai sensi dell'articolo 47 del D.P.R. 445/2000 -
attestante l'assenza delle situazioni di incompatibilità richiamate dall'articolo 53 del decreto legislativo 165/2001.
In caso di falsa e/o mendaci dichiarazione si applicheranno le disposizioni di cui all'articolo 76 del D.P.R. 445/2000 e tale circostanza sarà segnalata all'Autorità giudiziaria competente per l'applicazione delle previste sanzioni.
ASSUNZIONE E COSTITUZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO.
Il Comune di Belpasso, acquisite le prescritte dichiarazioni, procederà all'assunzione nella qualifica di "Avvocato" Categoria D1 (giuridica ed economica) mediante stipula di contratto individuale di lavoro subordinato a tempo determinato e parziale a 18 ore settimanali, ai sensi dell'articolo 110 del decreto legislativo 267/2000, regolato dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale non dirigente del comparto Regioni ed Autonomie Locali.
L’avvocato dovrà garantire la presenza al Comune di Belpasso nelle seguenti giornate : lunedì dalle ore 08:00 alle ore 14:00, il mercoledi dalle 8:00 alle 14.00 ed il giovedì dalle ore 13:00 alle ore 19.00.
C'è l'obbligo di timbratura tenendo conto che le timbrature devono comunque essere compatibili con le attività connesse alle udienze.
L' avvocato avrà l'obbligo di fornire riscontro preciso del giorno ed ora in cui sono fissate le udienze fornendone documentazione in merito mediante produzione del verbale d'udienza che deve riguardare esclusivamente controversie in cui è parte l'Ente.
Sussiste l'obbligo di comunicare entro il giorno 20 di ciascun mese l'elenco delle udienze del mese successivo di contenziosi inerenti il Comune di Belpasso.
Il trattamento economico omnicomprensivo è quello previsto per la categoria di accesso D - posizione economica Da, stabilito dal vigente Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del personale non dirigente del comparto Regioni ed Autonomie Locali, che deve intendersi al lordo delle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali.
TRATTAMENTO DEI DATI ED INFORMAZIONI SUL PROCEDIMENTO.
Ai sensi dell'articolo 13 del decreto legislativo 196/2003, i dati forniti dai candidati saranno raccolti presso l'Amministrazione Comunale di Belpasso per le finalità di gestione della selezione in argomento e dell'eventuale assunzione in servizio, nel rispetto degli obblighi di sicurezza e riservatezza ivi previsti.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione alla presente selezione, pena l'esclusione dallo stesso I candidati godono dei diritti di cui all'articolo 13 del decreto legislativo 196/2003, tra i quali figura il diritto di accesso ai dati che li riguardano.
Ai candidati è riconosciuta la facoltà di accedere agli atti del procedimento selettivo in argomento, comunque nei limiti, con le modalità e nei termini previsti dalla vigente normativa in materia.
NORMA FINALE DI RINVIO.
Per quanto non espressamente previsto nel presente Avviso, si rinvia alla normativa vigente in materia di assunzioni nella Pubblica Amministrazione.
Il presente Avviso costituisce lex specialis e, pertanto, la partecipazione alla selezione comporta implicitamente l’accettazione senza riserva alcuna di tutte le disposizioni ivi contenute.
Ai sensi della legge 241/1990, come recepita in Sicilia, il Responsabile del Procedimento è la dott.ssa Torella Loredana Informazioni sulla presente selezione possono essere richieste all’Ufficio Gestione del Personale - VI Settore esclusivamente al seguente recapito telefonico 095/7051213 o all’indirizzo pec: protocollo@pec.comune.belpasso.ct.it
L'Amministrazione Comunale di Belpasso, a suo insindacabile giudizio, si riserva la facoltà di prorogare, modificare, revocare la presente selezione, ovvero, di non procedere all'assunzione di cui al presente Avviso.
Avverso la presente procedura è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale per la Sicilia – Sede di Catania, entro 60 giorni dalla data di pubblicazione del presente Avviso all'Albo Pretorio del Comune, oppure ed alternativamente è ammesso ricorso straordinario al Presidente della Regione Siciliana entro 120 giorni dalla data di pubblicazione del presente Avviso all'Albo Pretorio del Comune.
Il presente Avviso di selezione verrà pubblicato all'Albo Pretorio del Comune e reso scaricabile direttamente dal sito web istituzionale dell'Ente nonchè su Amministrazione trasparente.
 

Documenti :

Dettagli All.B.pdf

Dettagli allA.pdf

Dettagli Determina_5_del_6_settore.pdf